Presentarsi

Konnichiwa!

In questo articolo elenco una serie di espressioni e frasi facili, per presentarsi in giapponese. Per farvi capire meglio la struttura della frase, evidenzierò i diversi alfabeti del giapponese: in rosa i kanji, in blu l’hiragana e in verde il katakana (usato per le parole di origine straniera). Pronti?

  • Watashi wa Karen desu. Mi chiamo Karen わたしはカレンです
  • Watashi wa itariajin desu. Sono italiana/o (in giapponese non esiste genere) わたしはイタリア人です
  • Hajimemashite. Piacere di conoscerti はじめまして
  • Ogenki desu ka. Stai bene? Come stai? おげんきですか
  • Onomae wa nan desu ka. Come ti chiami? お名前はなんですか
  • Genki desu. Sto bene  げんきです
  • Wakarimasen. Non capisco わかりません
  • Hai. Sì はい
  • Iie. No いいえ 

Watashi wa Karen desu

Analizziamo con ordine la frase “Watashi wa Karen desu”, mi chiamo Karen, わたしはカレンです:

  • わたし watashi (che si può esprimere anche con il kanji ) significa letteralmente “Io”;
  •  wa, è la particella che introduce il tema della frase;
  • カレン Karen, essendo un nome straniero, viene tradotto in giapponese usando l’alfabeto katakana;
  • です desu, (pronuncia des) è l’espressione del verbo essere.

Watashi wa itariajin desu

Analizziamo la frase “Watashi wa itariajin desu”, io sono italiana, わたしはイタリア人です:

  • わたし watashi(私) è sempre io;
  •  wa, è la particella che introduce il tema della frase;
  • イタリア人 itariajin, è il modo per esprimere la nazionalità. Italia si scrive con il katakana (perchè si sta sempre traducendo una parola straniera) mentre il kanji  significa letteralmente “persona”. Può essere legato al nome di qualsiasi paese o regione del mondo e subito avremo la persona originaria di quel posto. (nota che ogni kanji può avere pronunce differenti a seconda dell’uso o della posizione ma non preoccupartene adesso).
  • です desu, (pronuncia des) è l’espressione del verbo essere.

Ogenki desu ka

Analizziamo ora la frase “Ogenki desu ka”, come stai?, おげんきですか:

  • おげんき ogenki, esprime il sentirsi bene;
  • です desu, (pronuncia des) è l’espressione del verbo essere;
  •  ka, serve per esprimere una domanda. Se alla fine della frase c’è il  ka , allora significa che vi stanno chiedendo qualcosa o che sarete voi stessi a domandare qualcosa.

Nota: nella struttura giapponese i verbi vanno sempre alla fine della frase.

it is always time to travel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...