Santo Domingo, Ciudad Colonial

Viaggio nella “Capital”

Santo domingo, capitale della Repubblica Dominicana, è la città più antica dei Caraibi; le sue strade e i suoi palazzi risalgono al 1500 e sono ancora perfettamente conservati. Santo domingo vi stupirà, per la sua storia, per la sua cultura e per le sue bellezze di epoca coloniale.

Ciudad Colonial

La Ciudad Colonial, centro storico della capitale, rappresenta quello che resta del più antico insediamento europeo in terra americana: è qui che sbarcò Cristoforo Colombo ed è qui che sorsero i primi palazzi e si istituirono i primi commerci. Il centro storico è tranquillamente visitabile a piedi: monumenti e musei sono tutti uno vicino all’altro e alcune vie sono interamente pedonali. Le mura esterne, munite di cannoni difensivi, delimitano e racchiudono il centro storico.

Alcázar de Colón

Il palazzo era residenza di Diego Colombo, viceré delle Indie occidentali e figlio del famoso navigatore; il palazzo è perfettamente conservato sia internamente che esternamente. L’edificio è stato completato nel 1512 e al suo interno sono ancora presenti alcuni arredi dell’epoca, libri, mappe e dipinti. Dalla balconata del palazzo è possibile ammirare l’intera Plaza de España.

Museos de las Casas Reales

L’ordine di costruzione del palazzo arrivò direttamente dalla corona spagnola e fu completato nel 1511. L’edificio era sede degli uffici amministrativi e residenza del governatore spagnolo ed ospitò le più importanti figure dell’epoca; dopo il 1835, con la creazione del Vicereame della Nuova Spagna, la Corte Reale di Santo Domingo adottò un ruolo più locale. Oggi il palazzo è diventato un museo aperto al pubblico e conta nove sale che risaltano i momenti della storia e della vita dell’isola Hispaniola nel periodo tra 1492 e il 1821.

Il Phanteon Nacional

Monumento ai padri fondatori di Santo Domingo, è qui che riposano i grandi eroi nazionali della Repubblica Dominicana. Il Phanteon sorge all’interno di quella che era una chiesa del 1714; la chiesa, appartenente ai Gesuiti, fu portata a termine solo nel 1755. Quando l’ordine dei gesuiti venne smantellato, la chiesa venne riconvertita: da magazzino, a seminario, a teatro. L’edificio in stile neoclassico, fu convertito in Pantheon solo dopo i restauri del 1956.

Parque Colon e Primera Catedral de America

Poco distante dal Phanteon, su Calle El Conde, si raggiunge il Parque Colon e la Cattedrale di Nostra signore dell’incarnazione, la prima cattedrale cristiana costruita in America, alla quale ho già dedicato un articolo in precedenza.

Acuario Nacional

L’acquario di Santo Domingo si trova leggermente fuori dal centro storico; situato su Avenida de Espana, proprio di fronte al Mar dei Caraibi, l’acquario presenta diverse vasche dove poter ammirare pesci, squali, tartarughe, stelle marine e molto altro. Il giardino esterno si affaccia sulla scogliera che scende dolcemente verso l’azzurro del mar dei Caraibi. All’esterno è possibile ammirare il panorama e le iguane che prendono il sole. L’acquario è anche riccamente decorato da magnifici dipinti.

Una città moderna e ricca di contrasti

A Santo Domingo si passa dal lusso sfrenato ai quartieri più poveri; il centro storico ben conservato è l’attrattiva principale della città. Fuori dalla zona coloniale si sviluppa una città moderna, vibrante, piena di centri commerciali e negozi di lusso. Vi sono però anche le periferie povere, dove vivono i meno fortunati che però hanno sempre il sorriso stampato in faccia. Le grandi Avenidas lasciano spazio a piccole e strette vie dove i cavi della luce si attorcigliano da una casa all’altra. Lungo la strada non è difficile notare veicoli che raccolgono per strada la gente che va al lavoro o a scuola; sono spesso auto guidate dai locali e sostituiscono (forse anche illegalmente) i mezzi di trasporto pubblico. Santo Domingo è una città che può piacere o non piacere: è caotica, è disordinata e sotto qualche aspetto può anche presentarsi un pò pericolosa. Ma l’atmosfera e il calore del Caribe hanno la meglio su tutto e ne resterete entusiasmati.

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...