Nikko

Templi nella foresta

Patrimonio dell’umanità Unesco, la città di Nikko si trova a 140 km a nord di Tokyo e la si raggiunge in treno. Mi ricordo che mi sono addormentata durante il tragitto e una signora giapponese mi svegliò dicendomi “credo che tu sia arrivata”. Una volta giunti alla stazione di Nikko potrete prendere una mappa all’ufficio informazioni turistiche e prendere l’autobus che vi porterà direttamente al sito.


Qui vi sono numerosi templi in mezzo alla natura e numerose sorgenti termali (onsen). I templi più famosi e conosciuti sono il Santuario Tosho-gu, il tempio Rinno-ji, il Futurasan jinja, Takino-jinja, Taiyun byo e il ponte Shinkyo.


Tosho-gu 日光東照宮

Il Tosho-gu è un santuario shintoista dedicato a Tokugawa Ieyasu, il fondatore dello shogunato Tokugawa, ultimo shogunato del Giappone. Fu costruito nel 1617. Tra le strutture più belle del complesso sacro, vi sono una pagoda a cinque piani e la porta Yomeimon.


Ponte Shinkyo

È considerato un ponte sacro e fino al 1973 solo all’Imperatore e ai suoi messaggeri era permesso attraversarlo. Il Ponte Shinkyo è uno dei più importanti e antichi del Giappone; il ponte, che attraversa il fiume Daiya collegando la città di Nikko ai suoi santuari e templi, segna l’ingresso all’area sacra.

ponte-shinkyo

Futarasan Jinja

Insieme ai santuari di Toshu-gu e Rinno-ji, rappresenta il complesso dei luoghi sacri di Nikko inseriti nel patrimonio UNESCO; è un santuario shintoista ed è stato fondato nel 782. L’area principale del santuario comprende vari edifici e molti alberi di cedro giganti.


Santuario Taiyuinbyo

Il santuario sorge in una posizione privilegiata, regalando una bellissima vista dall’alto. Per raggiungere il santuario bisogna percorrere una bellissima (e stancante) scalinata in mezzo alla foresta.


Biglietteria e ristoranti

I biglietti per i templi potete acquistarli in loco. Nonostante sia presa d’assalto dai turisti, Nikko è un luogo magico dove potrete staccare dalla città ed immergervi nel silenzio della natura. Se volete entrare nei templi, ricordatevi di togliere le scarpe. In giro per il sito Unesco troverete anche dei tipici ristorantini in cui potrete fare una pausa per mangiare qualcosa e riposarvi.


2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Kenya J ha detto:

    Che bella città! Mi piacciono le foto e le descrizioni di ogni luogo 🙂

    "Mi piace"

    1. TimeToTravels ha detto:

      Grazie. Si, con il senno di poi mi sarebbe piaciuto fermarmi almeno un paio di giorni…purtroppo non c’era tempo, troppe cose da visitare. 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...