Dove il tempo si è fermato

Le 5 località che hanno fatto la storia

Non tutte le località vengono visitate per turismo, gastronomia o per le loro bellezze; sono stata in alcuni posti famosi, noti purtroppo per gli orrori e per le tragedie che vi si sono abbattute. Ecco una serie di luoghi che ho visitato in cui il tempo si è fermato.

Hiroshima

A Hiroshima il tempo si è fermato la mattina del 6 agosto 1945, alle 8.45, quando una bomba atomica venne sganciata sull’inerme città giapponese, radendola completamente al suolo. Oggi a ricordare il tragico evento, resta in piedi solamente lo scheletro di un vecchio edificio commerciale, il Genbaku Dome 原爆ドーム. Il museo della memoria e il memoriale della pace, sono il monito che il governo giapponese ci lascia. Si narra che la fiamma all’interno del monumento verrà spenta solamente quando al mondo non esisteranno più bombe atomiche.

Auschwitz Birkenau

Tristemente famoso per essere stato luogo di sterminio, il campo di Auschwitz Birkenau si trova in Polonia nella località di Oświęcim, circa a 60 km da Cracovia. Durante la seconda guerra mondiale il campo, che originariamente era una caserma militare, venne utilizzato per sterminare le popolazioni di origine ebraica ma non solo: al suo interno vennero rinchiuse anche moltissime altre etnie, soldati disertori, prigionieri di guerra, deboli, anziani e malati. Insomma tutte quelle persone scomode al regime nazista. Il campo oggi è luogo di memoria ed è possibile usufruire di visite guidate. Vi avverto: non è un posto per deboli di cuore.

Ground Zero

L’11 settembre 2001, il crollo del famoso World Trade Center di Manhattan è andato in onda in mondovisione lasciando i cittadini di tutto il mondo completamente sconvolti. Delle due torri gemelle restano due enormi crateri nell’asfalto che vengono presto trasformati in un parco memoriale. La grandezza della piazza è impressionante, solo visitandola ci si rende conto dell’enorme cicatrice che ha sfigurato New York. Il crollo delle due torri coinvolge altri 5 edifici che vengono successivamente rasi al suolo. Durante quei tragici eventi persero la vita più di 3000 persone, tra cui molti soccorritori.

Pompei

A Pompei il tempo si è fermato nel 79 d.C. quando la città venne completamente distrutta dall’eruzione del Vesuvio. I primi eventi sismici ebbero inizio nel 62, con il crollo di diverse case che furono poi ricostruite negli anni successivi. Solo nel 79, il Vesuvio iniziò il suo ciclo eruttivo che porterà poi al seppellimento di alcune zone di Stabia, Pompei, Ercolano e molte città a sud-est dal Vesuvio. Le città vennero sepolte sotto 10 metri di materiali eruttivi; Pompei fu riportata alla luce sono nel XVIII secolo. Dall’eruzione del 79, il Vesuvio ebbe molti periodi di attività alternati a intervalli di riposo. Nel 472, scagliò una tale quantità di ceneri, che si sparsero per tutta Europa e destarono allarme perfino a Costantinopoli. Oggi gli scavi di Pompei ed Ercolano sono aperti al pubblico. Per come la ricordo io Pompei è una città enorme; una visita agli scavi vi occuperà l’intera giornata.

Patong Beach

Patong Beach è stato uno dei luoghi colpiti dal grande tsunami del 26 dicembre 2004. L’epicentro del terremoto fu registrato al largo dell’isola di Sumatra con una magnitudo di 9,1. Gli tsunami che si sono scatenati nel giro di poche ore, hanno colpito e devastato parti delle regioni costiere dell’Indonesia, dello Sri Lanka, dell’India, della Thailandia, della Birmania, del Bangladesh, delle Maldive giungendo a colpire le coste della Somalia e del Kenya (ad oltre 4.500 km dall’epicentro del sisma). Si stima che siano morte circa 230.000 persone. Oggi a Phuket si notano ancora dei punti in costruzione anche se principalmente il grosso dei danni è stato sistemato e la vita è ripresa ai ritmi di sempre. Gli abitanti hanno costruito un monumento in memoria delle vittime.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...